Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Turismo

Il petrolio di Como è solo uno: il turismo con i suoi big-data. Oggi il maxi convegno

I dati sono il petrolio di questo millennio. Le aziende si gestiscono in base a fatti oggettivi, numeri, comportamento, richieste e movimento della clientela nel web. Dunque anche il turismo ha un futuro data-driven cioè quel modello gestionale ormai prevalente che permette di prendere decisioni sulla base di elementi oggettivi, acquisiti su base digitale. Il marketing, in particolare, oggi è legato al Web Analytics.

Ma per usare i dati dei clienti in maniera tale da anticipare i trend e indirizzare i flussi turistici attraverso efficaci campagne di digital marketing, bisogna prima sapere come si può mettere a frutto il tesoro dei Big Data.

A questo oggi hanno provato a dare una risposta – attraverso studi, analisi e best practices – i tecnici e i politici chiamati a partecipare al convegno scientifico “Big Data e Turismo 2.0”, svolto a Como dalle 9.30 nella Sala Bianca del Teatro Sociale.

“Como al centro di un convegno scientifico dedicato al Turismo 2.0 – ha spiegato spiega l’assessore al Turismo Livia Cioffi – attraverso la trattazione dei temi dei Big Data e della crescita della governance femminile nel settore. Ringrazio i 16 relatori di alto profilo tra studiosi, esperti del settore, professionisti, che ci hanno condotti alla scoperta di come le informazioni tracciate sul web possono essere interpretate per innovare le proposte turistiche verso nuovi orizzonti. La nostra città è la meta più indicata ad ospitare questo evento grazie alla sua esperienza in materia, al suo ruolo di rinomata eccellenza turistica nel panorama internazionale”. Il settore turistico è tra i più influenzati dalla trasformazione e, come detto, i Big Data, generati dall’intreccio tra mondo fisico e digitale, sono alla base di questa trasformazione e permettono di accelerare i processi decisionali e l’efficienza operativa. La possibilità di reperire, integrare e analizzare grandi quantità di dati provenienti da fonti diverse è diventata centrale per gestire la varietà di informazioni generate da turisti e visitatori attraverso il web e i social network.

La giornata si è svolta così:

Sessione I | Ore 9.30 – 13.00 Come analizzare i dati delle piattaforme online per anticipare i trend e indirizzare i flussi turistici

Sessione II | Ore 15.00 – 18.30 Il valore aggiunto della governance al femminile. Studi, esperienze e best practices dell’offerta turistica nazionale

Il convegno è stato organizzato dal Comune di Como – assessorato al Turismo, Cultura, Grandi Eventi e Comunicazione, in collaborazione con la Fondazione Alessandro Volta e i Lions Clubs International – Distretti 108Ib1 e 108A, con patrocino di Ministero del Turismo, Provincia di Como, Camera di Commercio Como-Lecco, Confindustria Como, Confcommercio Como, Università degli Studi dell’Insubria, Alma Mater Studiorum Università di Bologna – CAST, Centro Studi Avanzati sul Turismo.

GALLERY SFOGLIABILE:

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo