RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Archivio: Città dei Balocchi
Attualità

‘Natale a Como’ con il mercatino di Arti Libere, il presidente Pellicani: “Proiezioni e laser, il nostro dono alla città. Brunati, vorrei invitarlo a cena”

Come raccontavamo ieri sera, il bando per la gestione del mercatino nell’ambito della rassegna ‘Natale a Como’ è stato assegnato all’associazione senza scopo di lucro Arti Libere di Milano (qui i dettagli). “Siamo un’associazione culturale – spiega con estrema disponibilità, contattato nel pomeriggio al telefono, il presidente Andrea Pellicani – operiamo in tutta Italia organizzando eventi ludici e didattici, mercatini ed eventi solidali. Siamo stati i promotori, per esempio del Palio di Milano. Abbiamo destinato il ricavato di alcuni eventi alla costruzione di pozzi in Africa”. (Arti libere ha collaborato tra l’altro anche con Scarpetta Rossa e Telethon, qui il portfolio eventi dell’associazione).

Lo farete anche questa volta?
No, perché alla solidarietà penserà direttamente il Comune cui, come da bando, sarà destinato il 10% del fatturato. In ogni caso 3 casette del mercatino, in piazza Grimoldi, saranno per volontariato.

Per il resto come sarà disposto il mercatino?
In piazza Cavour ci saranno artigianato, prodotti tipici e aziende locali. In via Corridoni l’area food.

Sono previste 73 casette in totale, fino a oggi quante adesioni?
Siamo a 56. Ho ricevuto chiamate anche nei giorni scorsi.

Prima dell’assegnazione, come è possibile?
Me lo sono chiesto anche io, non glielo so dire. Lavoriamo con tantissime aziende da anni, sarà circolata la voce.

Ci segnalano che nel 2021 a Sanremo avete rinunciato alla manifestazione di Natale a pochi giorni dall’avvio.
Sì è vero ed è giusto chiarire, come avevamo fatto a suo tempo su Facebook (qui il post). Il Comune aveva avviato, e deciso di terminare entro fine anno, i lavori per la fibra ottica. Sono arrivato a Sanremo e ho trovato gli scavi, abbiamo spostato su Varese e Milano alcuni espositori, rischiavamo un danno. Avevamo tutto l’interesse a svolgere la manifestazione.

Come va l’organizzazione?
Stiamo facendo i miracoli, dal 15 novembre possiamo montare le casette e possiamo farlo solo perché organizziamo altri mercatini, altrimenti sarebbe stato impossibile.

Dove operate?
Sicuramente a Milano in piazzale Baracca in collaborazione con l’associazione Tra le Righe. Stiamo Aspettando l’apertura delle buste dei bandi di piazzale Piemonte e piazza De Angelis.

Affitterete le casette comasche dallo stesso operatore che le forniva a Città dei Balocchi?
E’ uno di quelli in lizza, prenderemo la decisione a breve. Abbiamo fornito le planimetrie al Comune, poi la decisione sul fornitore spetta a noi.

Avete partecipato ad altri bandi per Natale a Como?
No, ma come associazione facciamo anche proiezioni architetturali. Così di nostra iniziativa regaleremo alla città, a spese nostre, proiezioni in piazza Duomo, spettacoli laser musicale a tema natalizio (e in totale sicurezza per gli occhi) oltre a fontane danzanti. In nome del doveroso risparmio energetico le proiezioni saranno dalle 18 alle 24 come previsto anche ad Arcore dove stiamo facendo qualcosa di analogo.

Il bando prevede lo spettacolo pirotecnico di capodanno.
Sì, durerà 20 minuti  (rispetto ai 15 richiesti, Ndr) e i fuochi saranno sparati dalla Diga Foranea. Stiamo contattando numerose aziende.

Avevate già partecipato in passato al bando Città dei Balocchi, vero?
Sì mi pare tra il 2015 e il 2017, abbiamo perso ma avevamo perso anche a Varese in passato.

Non lo sapesse, per correttezza e doverosa trasparenza le dico che ComoZero è un giornale edito da Daniele Brunati, tra l’altro organizzatore della Città dei Balocchi (adesso a Cernobbio).
Ah bene, io vorrei offrire una cena al dottor Brunati, mi piacerebbe incontrarlo. Noi siamo trasparenti, lavoriamo così, entriamo sempre in punta di piedi e non siamo irruenti.

Posso mettere anche quest’ultima risposta?
Certo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 Commenti

  1. Finalmente ci siamo liberati dei “Balocchi” che nulla c’entravano con la manifestazione.
    Spero solo che il mercatino finisca il 24 di dicembre, come tutti i mercatini dell’avvento che si trovano nel centro e nord Europa e non continui anche a gennaio.
    Vedere le bancarelle natalizie è molto triste in quanto snatura la festività del Natale. Un mese di permanenza basta e avanza.

  2. Rapinese è anche un veggente se non lo sapevate. Ma mettetevi il cuore in pace una volta per tutte e ammettete che a furia di tirare la corda si è spezzata !!!

  3. Prima dell’assegnazione, come è possibile? non è possibile,a meno che non si entri nel campo della veggenza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo