Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Sosta a pagamento all’hub di Villa Erba, è battaglia. Orsenigo: “Se ne faccia carico la Regione”

La polemica sul parcheggio a pagamento all’hub vaccinale di Villa Erba – aperto a partire da lunedì 12 aprile – non si placa. Oggi a tornare sul tema è il consigliere regionale del Pd, Angelo Orsenigo.

“Un euro può essere una piccola cifra, ma può fare la differenza per chi questa pandemia l’ha vissuta sulla propria pelle anche sull’aspetto economico – afferma in una nota il consigliere – Per questo lancio un appello a Regione Lombardia, affinché garantisca il parcheggio gratuito per chi si reca a vaccinarsi all’hub di Cernobbio individuato proprio da Regione come il più idoneo. E’ un gesto forse piccolo ma concreto di vicinanza alla popolazione che già è stremata da questa emergenza sanitaria – continua il consigliere, che aggiunge – l’occasione sia anche quella di rivalutare il costo del parcheggio dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia”.

Ieri avevamo dato conto della posizione del presidente del consiglio regionale lombardo, Alessandro Fermi, che ha annunciato l’intenzione di togliere il balzello sulla sosta per i vaccini (un euro per le prime due ore di sosta, mentre a LarioFiere di Erba, altro hub massivo del territorio, il posteggio è gratuito).

Hub di Villa Erba, vaccino sì ma con parcheggio a un euro. E’ il caso? Fermi: “Sbagliato, stiamo lavorando per evitarlo”

“Questo è il momento di superare le disparità, la popolazione ha bisogno più che mai delle istituzioni e di azioni concrete – aggiunge Orsenigo – Andiamo incontro ai cittadini malati e rendiamo se non gratuito, almeno meno caro il parcheggio dell’ospedale che prima della pandemia fruttava un milione di euro al comune di San Fermo. Investiamo, inoltre, questo introito nella sanità comasca, anche in prospettiva della realizzazione della cittadella sanitaria in via Napoleona a Como”.

4 Commenti

  1. Al di la’ del pagamento di un euro la posizione e’ certamente meno favorevole di quella ipotizzata a Muggiò, meno trafficata la seconda e la procedura non avrebbe creato nessun impatto sulla normale circolazione, vai a capire le motivazioni……..

  2. Almeno altri 100 mila euro di incasso della SPA per l’uso del suolo che ricordiamo essere di proprietà pubblica (dato in concessione)

  3. Ma dobbiamo sempre pagare noi contribuenti??? I soldi della regione sono i nostri. Gratis no? Nn ditemi che il comune di Cernobbio piange miseria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo