Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cronaca

Spaccio, terzo blitz nei boschi. A Montano gli agenti fuori servizio beccano il pusher: coca e un coltello da 23 centimetri

Non si ferma la lotta allo spaccio nei boschi.

Dopo Senna Comasco:

Video – La capanna dello spaccio nei boschi di Senna: abbattuta. “Grazie alle segnalazioni dei cittadini”

E Lurago d’Erba:

Lurago d’Erba: i carabinieri smantellano covo dello spaccio nei boschi. Nei guai due magrebini

Ieri quattro giovani agenti della Volante, fuori servizio, passando davanti alla rotatoria del “La Porta d’Europa” in Montano Lucino hanno notato un uomo la cui foto girava da qualche giorno sulle scrivanie della questura.

Giusto qualche giorno prima sempre la polizia aveva trovato un machete e degli stupefacenti nei boschi di Montano oltre a diversi scontrini provenienti dal centro commerciale.

Insomma, gli agenti hanno fatto due più due e hanno seguito l’uomo fino ai boschi di via Olginati, ben noti per lo spaccio.

Lo hanno fermato e chiamato i colleghi che lo hanno portato in questura. Si tratta di un cittadino di passaporto marocchino, irregolare, di 36 anni. Addosso aveva 40 grammi di cocaina, 1.500 euro, bilancino di precisione, un coltello di 23 centimetri, 3 cellulari e materiale per il confezionamento.

Arrestato ora si trova al Bassone in attesa di giudizio.

TAG ARTICOLO:

Un commento

  1. Un bel po’ di galera ed espulsione fisica dal territorio nazionale? O i giallorossi regolarizzeranno anche questo venditore di morte?
    Bravissimi i poliziotti! 👏👏👏👏

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab