Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Como, sì al Nucleo dei vigili antievasione voluto da FdI. Ma Forza Italia lo stronca

Una risicata maggioranza (15 favorevoli, 5 contrari, 9 astenuti) ha approvato, ieri sera, la mozione presentata dal consigliere Lorenzo Cantaluppi, assieme a tutto il gruppo di Fratelli d’Italia, per ricostituire il disciolto Nucleo antievasione fiscale all’interno del Corpo di Polizia locale dalla giunta Lucini nel 2015.

In realtà, se quello era – testualmente – l’obiettivo iniziale e sostanziale, la formulazione finale del documento è diventata la creazione di “una unità operativa complessa specifica all’interno del Corpo” anche tramite “collaborazione interistituzionale con altre Forza di polizia e gli altri Corpi di polizia locale” grazie a un emendamento presentato dagli stessi meloniani e poi approvato, oltre che dirimente per ottenere il parere favorevole dell’assessore alla Polizia locale Elena Negretti.

Secondo Fratelli d’Italia, come ha ribadito anche il capogruppo di FdI, Matteo Ferretti, “oggi mancano controlli sufficienti contro l’evasione fiscale e la Polizia locale potrebbe essere lo “strumento” adatto per colmare la lacuna”.

Cantaluppi (foto sopra), primo sostenitore della proposta, ha inoltre aggiunto che “Fratelli d’Italia ha a cuore questo tema da anni” e ha “auspicato un voto favorevole anche da parte di Forza Italia e in generale da chiunque ha a cuore il contrasto all’evasione”.

Un auspicio che è finito però contro il muro proprio di Forza Italia, il cui gruppo al voto si è astenuto ma che nelle parole usate ha sostanzialmente stroncato la proposta.

“Certo – commenta il capogruppo forzista in consiglio, Enrico Cenetiempo – perché si trattava di una mozione che abbiamo giudicato inutile e superflua. Innanzitutto perché con l’emendamento approvato, che ha cambiato notevolmente il testo iniziale della mozione, non si fa altro che ribadire ciò che avviene già, ossia porre il tema su tavoli condivisi tra tutte le Forze dell’ordine, cosa che ha molto più senso che affidare un compito a una o due agenti, in un momento in cui peraltro le risorse mancano”.

“Inoltre – conclude la stroncatura il capogruppo di Forza Italia – non è compito del consiglio comunale decidere quali decisioni specifiche debba prendere un comandante nell’organizzione del Corpo”.

2 Commenti

  1. bravo Cantaluppi, i Vigili Tributari sono sempre esistiti, solo una Giunta miope come la giunta Lucini ha operato la chiusura ora rinnegata dagli stessi che ai quei tempi erano in maggioranza, una chiusura “poco chiara” che a mio parere nulla aveva a che fare con l’aspetto lavorativo, sarebbe bello sentire il parere dell’allora assessore Frisoni più volte citato durante la seduta del Consiglio Comunale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab