Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Como, il consiglio comunale unanime frena la terza linea del forno Acsm Agam. Aleotti: “Uniti si vince”

Il Consiglio comunale frena sulla terza linea del forno di Acsm Agama per l’incenerimento dei fanghi da depurazione. E’ stata infatti approvata ieri sera la mozione presentata dal consigliere comunale dei Cinque Stelle Fabio Aleotti.

Il documento, la cui discussione era iniziata già la scorsa settimana, chiede di “intraprendere un dialogo con l’azienda affinché venga rivalutato il progetto e vengano effettuate ricerche volte a trovare alternative tecnologiche meno impattanti, innovative e che implichino minori rapporti costi/benefici, minori impatti ambientali, maggiore efficienza energetica, quali gli impianti di digestione anaerobica”.

VIDEO Como, mozione Civitas-M5S sulla terza linea del forno Acsm Agam: “Non può decidere solo l’azienda”

Poi la mozione punta a chiedere ai consiglieri del cda di Acsm Agam nominati dal Comune di Como, che è socio al 9% della multiutility, “una relazione dei fatti presupposti alla scelta societaria di intraprendere la terza linea”, portando poi le richieste del primo punto all’interno della procedura di autorizzazine regionale dell’impianto.

Infine, si chiede alla giunta comunale di presentare “una proposta di deliberazione concernente l’istituzione di una Commissione consiliare speciale”.

Ebbene, alla fine la mozione è stata approvata all’unanimità dai consiglieri comunali.

Como, commissione ad hoc sulla terza linea del forno Acsm Agam. Il sindaco: “Ok ma non siano lavori infiniti”

“No all’inceneritore per bruciare fanghi di depurazione a Como – è stato il commento a caldo del consigliere Cinque Stelle Fabio Aleotti – Un primo importante passo è stata l’approvazione all’unanimità della nostra mozione, astenuto solo il sindaco. Ora si procederà anche alla costituzione di una Commissione Speciale sul tema. Inoltre verrà convocata la Consulta sull’Ambiente”.

“Uniti si vince – conclude Aleotti – per l’ambiente e il nostro territorio il coro dev’essere unaninime No grazie all’incenerimento”.

4 Commenti

  1. L’ unico timore nel mandare a casa questa giunta è che al peggio a Como sembra non esserci limite, centro dx o centro sx che sia, sarà un altra opera incompiuta…………….che si aggiunge ad altre !!

  2. Solo business, e Como un nuovo forno non lo vuole !!! Ma ci vuol tanto a capirlo? Ognuno si tenga i propri di fanghi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo