Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Balocchi verso Cernobbio e anche Menaggio apre le porte. Spaggiari: “Patrimonio costruito in 30 anni da non disperdere”

Come noto il sindaco di Como, Alessandro Rapinese, ha cancellato la Città dei Balocchi (qui il racconto). Tanto è bastato perché nel giro di poche ore il collega di Cernobbio, Matteo Monti, spalancasse le porte allo storico evento di Natale: Città dei Balocchi nessun addio, da Cernobbio il sindaco Monti: “La accolgo io, incontri in corso”. E sulla ‘Big Como’ di Rapinese: “Una follia, con me non si farà mai”.

Oggi è il sindaco di Menaggio, Michele Spaggiari, reduce da una stagione turistica stellare, ad aprire un’altra porta. “Mi è molto dispiaciuto sapere della decisione, chiaramente non metto becco sulle scelte dell’amministrazione comasca e non critico. Penso anche però che Città dei Balocchi sia un patrimonio da non disperdere dopo trent’anni di storia e lavoro e che sia un’occasione, come già è stata, per il lago che in epoca pre-covid aveva, parlo del 2019, aveva iniziato a lavorare per destagionalizzare il turismo”.

Quindi “credo che l’ipotesi di allargare la Città dei Balocchi al lago, trasformandola rispetto a quello che era prima, cioè un unico evento in un unico posto, sia un’occasione per rendere ancora più partecipe il territorio del lago a qualcosa di importantissimo”. Tra l’altro i rapporti tra i Comuni lacustri e l’ente organizzatore, il Consorzio Como Turistica, hanno radici profonde: “Con loro organizziamo da tempo il Lake Como Christmas Light d’inverno e il Lake Como Light d’estate, con l’illuminazione di borghi e monumenti”.

Insomma, porte aperte anche a Menaggio “per ragionare su Città dei Balocchi – dice il sindaco – noi abbiamo la nostra manifestazione, Menaggio On Ice e i Balocchi potrebbero integrarsi. Spero di sentire gli organizzatori per capire insieme se sia possibile fare qualcosa”.

7 Commenti

  1. Caro Sindaco Monti, spero che lei sia piu fortunato dei Sindaci che in 28 anni di Kermesse di tale portata, non hanno mai potuto vedere i bilanci,intendo entrate e uscite. Se ci fosse stata piu trasparenza non si sarebbe arrivati a questo punto. Mi sembra che nell’ultimo confronto dei candidati sindaci al teatro Sociale erano tutti concordi che cosi non si poteva piu continuare…..

  2. “Patrimonio” per chi ? Forse per baretti & ristoranti. Per gli abitanti solo inquinamento e caos.
    È ora di farla finita.
    Auguri a Cernobbio e Menaggio

    1. Caro Mario+, il turista quando arriva paga il parcheggio, le multe se fa delle infrazioni, consuma nei locali, acquista nei negozi.
      Ora questo vuol dire portare soldi e occupazione, quindi è riduttivo il suo ragionamento. Senza turismo, si ci sarà meno traffico, ma il Comune non incasserà i soldi della sosta, delle sanzioni, dell’occupazione pubblica, i bar e ristoranti non incasseranno e faticheranno a coprire i costi di gestione, l’occupazione calerà…continuo?!
      Io mi auguro e lo auguro soprattutto alla nuova amministrazione che la scelta fatta eguagli la visibilità e l’indotto della Città dei Balocchi perché poi se così non so essere essere, tutte quelle entrate derivanti dall’indotto della manifestazione dovrà ripianarle il Comune con servizi di welfare o dilazione dei pagamenti e quant’altro…
      Riflettete gente, riflettete…

      1. È proprio questo “turismo” e chi ci lucta sopra che io non sopporto. Tavolini abusivi, folla , code, mancanza di rispetto per i luoghi. Riguardo le multe…. ricordo le auto dei “balocchi ‘ posteggiate ogni dove sotto le mura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo