Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Dopo il terremoto, ecco la prima nomina del sindaco nella galassia Acsm Agam

Dopo la squassante bufera dello scorso autunno, prima nomina del sindaco Mario Landriscina in una società partecipata. Si ricoderanno le polemiche durissime per i casi riguardanti il cda di Csu e il collegio sindacale di Acsm Agam, dove ben due uomini designati dal primo cittadino dovettero poi rimettere il mandato all’emergere di guai giudiziari vecchi e nuovi.

Ora – dopo l’approvazione in aula della mozione presentata da Svolta Civica per cambiare meccanismi e selezione dei candidati nell’ottica di maggiore trasparenza – arriva il primo passo, sempre riguardante la galassia Acsm Agam. Nello specifico, si tratta della nomina di un rappresentante del Comune di Como nel Consiglio di Amministrazione di ACEL Energie, società del gruppo.

Il nome prescelto è quello del dottor Alberto Anzani, invitato – prima dell’accettazione – a produrre alcune autocertificazioni relative “all’insussistenza delle cause di impedimento all’assunzione dell’ufficio”. Carte presentate e accettata senza alcun rilievo dall’amministrazione.

Le linee guida seguite in questo caso sono comunque ancora quelle fissate dalla delibera approvata dal consiglio comunale nel 2017, in attesa che un nuovo e più stringente documento venga presentato prossimamente sulla scia di quanto contenuto nella mozione di Svolta Civica.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: