Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Il sindaco Bulgheroni scrive a Conte: “Io figure da pagliaccio per lei non ne faccio più. Vada a casa”

Che il sindaco di Casnate con Bernate, Fabio Bulgheroni, sia primo cittadino di carattere spumeggiante nonché vulcanico, è cosa nota tra Como e provincia.

Ma stavolta, il premier Giuseppe Conte lo ha davvero mandato fuori dai gangheri, per usare un’espressione un po’ demodè ma efficace. Tanto che oggi – all’ennesima faq, all’ennesima spiegazione di decreto, all’ennesimo contorsionismo verbal-burocratico su cosa gli italiani potranno e non potranno fare dal 4 maggio – è esploso.

A modo suo, naturalmente.

Ovvero con una lunga lettera-sfogo con cui le canta davvero al presidente del Consiglio. Alleghiamo integralmente lo scritto diretto al premier, perché aggiungere altro è oggettivamente impresa ardua.

Gentile Presidente Conte, lei che è il primo ufficiale di governo della Repubblica Italiana.

Lei che presiede un governo debole, scontato e produce decreti pavidi, contraddittori e con buchi di norma non più accettabili.

Lei che evidentemente non è in grado di reggere pressioni e conflitti di potere tra centro e periferia.

Lei che lascia i sindaci in prima linea abbandonati a loro stessi (sindaci mi raccomando sempre muti e coperti).

Lei che con grande dose di ipocrisia lascia che si cambi un decreto con le FAQ senza in realtà cambiarlo formalmente.

Lei che avulso da ogni realtà politica, industriale, economica e di relazioni internazionali: vada a casa.

Anzi firmi qualunque contratto di consulenza e se ne vada dall’Italia.

Perché, io, sindaco di campagna, figure da pagliaccio per lei (minuscolo) non ne faccio più.

Perché vede da questa sera invito tutti a chiamare direttamente lei, il prefetto, le forze dell’ordine, il prete, il vescovo e persino qualche cardinale, ma non il Sindaco e non il Comune di Casnate con Bernate.

Andrà tutto bene ? certamente meglio senza lei prof. Conte.

Fabio Bulgheroni

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

19 Commenti

  1. Ahi ahi, fabio -minuscolo-!
    “Un bel tacere non fu mai scritto”, perché non non seguire questa vecchia massima sempre attuale?

    Circa 30 anni fa giustificavo con la sua giovane età e l’immaturità i suoi non infrequenti scivoloni lavorativi e l’atteggiamento supponente che indisponeva -primo fra tutti- il suo datore di lavoro.

    Oggi, 30 anni dopo, un’attenuante -quella della giovane età- non regge più.
    Peccato veramente.

  2. Domani passi una bella giornata assieme al suo amico , senza mascherina mi raccomando. Tanto è tutta una pagliacciata.

  3. Grande!!
    Ha detto la verità. Governo di incapaci e furbacchioni.
    Perché non dite con chiarezza quanti sono in realtà i decessi causati esclusivamente dal virus.
    Questa pagliacciata deve finire!!

  4. Casnate con Bernate. 21 casi con 7 decessi. Rispetto per loro. Moderazione. La lotta polita, dopo. Grazie.

  5. Da che pulpito viene la predica. Il bue che da del cornuto all’asino…Ma non aveva dato le dimissioni il bulgheroni (minuscolo)?

  6. Il sindaco Bulgheroni ha tutte le ragioni di questo mondo: lui “figure da pagliaccio” per il PDC non ne fa, non ne ha tempo.
    E’ già troppo impegnato a farne per conto proprio…

  7. Come al solito Bulgheroni cerca il colpo di cannone , probabilmente si era annoiato in questa quarantena e voleva che si parlasse nuovamente di lui, visto che è un sindaco ha il dovere istituzionale di rispettare le norme che vengono promulgate e se non è d’accordo può fare solo una cosa : dimettersi ( ma davvero questa volta )

  8. Ma il sindaco (minuscolo) si rende conto di ciò che deve fare un Presidente del Consiglio ? Probabilmente no ! Certo se fossimo in Corea del Nord…ma senz’altro non avrebbe potuto esternare quanto sopra. Ora non le resta che dimettersi…

  9. Qui il maestro dei pagliacci sei tu Bulgheroni e chi conosve le tue gesta lo sa bene… Finta ZTL per fare cassa con le multe hai fatto saltare il centro sportivo di casnate perché volevi almeno il doppio dai gestori e infine nonostante le tasse che pagano le aziende ci sono strade della zona industriale che non vengono asfaltate da più di 20 anni perché non tr ne vai tu fuori dalle scatole buffone che non sei altro!

  10. A me sembra che, con una lettera così, si debba dimettere invece il sindaco, per manifesta incapacità. Tanto è bravo ad avanzare le dimissioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo