Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

“Semplicità, intelligenza, così salveremo il turismo”. Occhi e idee di questi splendidi ragazzi (dello Iath) oltre il Covid

Giovani, pieni di passione, con la testa che guarda al futuro con ottimismo (e menomale) ma con i piedi ben piantati per terra. Questi i ragazzi della IATH Academy di Cernobbio, la scuola di alta formazione in ospitalità che oggi hanno presentato, in una diretta Facebook, la loro proposta di rilancio del nostro territorio.

Introdotti dalla direttrice dell’accademia, Anita Longo, e da Alessandro Nardone, docente del corso in Digital Marketing and Hospitality Management che li ha accompagnati nella realizzazione del progetto, gli studenti del primo e secondo anno si sono messi virtualmente in cattedra e, collegati da tutta Italia, hanno portato fuori dalle aule le loro idee.

“Quello che abbiamo dato ai nostri ragazzi è un compito di realtà che contiene tutti gli ingredienti fondamentali – sono le parole di Anita Longo – il territorio, gli studenti e la guida della scuola attraverso il loro docente”.

“Si tratta di due piani di marketing integrati che hanno visto in parte la luce prima dell’emergenza Covid – spiega Alessandro Nardone – ma che adesso più che mai possono essere utili per rialzarsi da questo momento difficile facendo squadra”.

GLI STUDENTI – GALLERY SFOGLIA

Prendiamo il progetto dei ragazzi del secondo anno: comunicazione e promozione, eventi e mobilità, giovani e ha la meravigliosa capacità, tipica dei ragazzi, di prendere le idee dei “grandi”, guardarle e buttarle nel cestino per poi riproporle rielaborate a modo loro, un modo che a volte può essere persino migliore.

Qualche esempio? Avete presente il logo Como Lake Experience? Benissimo, via la scritta e avanti uno skyline stilizzato delle bellezze che aspettano chi visiterà il nostro territorio: semplice, pulito e immediato.

E via anche i mille siti istituzionali per promuovere l’ospitalità e le bellezze del lago e non solo: molto meglio un unico portale capace di riunire eventi, itinerari, ospitalità e gastronomia per aiutare il turista ad orientarsi meglio dando un’immagine univoca del territorio, ma anche di abbattere i costi di marketing aiutando gli operatori più piccoli.

E poi una pianificazione intelligente e smart del traffico, la valorizzazione di luoghi simbolo come Villa Olmo e il Politeama (con tanto di studio del budget, mica sogni campati per aria) e poi uno sguardo rivolto ai loro coetanei per sognare una Como divertente ma non inutilmente caciarona, intelligente ma non noiosa con un grande concerto allo stadio, un evento sportivo diffuso sul territorio e un grande open-day a Villa Erba dedicato alle università e ai corsi post- diploma.

E poi i ragazzi di prima, capaci di trasformare le inevitabili limitazioni che questo periodo porterà in un’occasione per inventare un nuovo modo di fare turismo: fitness nei parchi storici per scrollarsi di dosso l’effetto quarantena, mostre virtuali, tour enogastronomici e una campagna di comunicazione basata su un gioco a squadre sul territorio guidati tra influencer (con premio finale da destinare in beneficenza) che fa pensare “lasciate fare ai ragazzi e ne usciremo più forti di prima”.

LEGGI IL PROGETTO INTEGRALE

 20200430 IATH Academy - Presentazione Piano Mktg rilancio Lake Como-compresso

Ad aprire la presentazione – ma noi l’abbiamo tenuto come gran finale – lo sguardo incantato e le parole (incantevoli) dei ragazzi in un video in cui bellissime immagini del lago (messe a disposizione da Comune di Cernobbio, Camera di Commercio di Como e Lecco e Consorzio Como Turistica) accompagnate dalle parole di una canzone di Simone Tomassini (ospite a sorpresa della diretta) ricordano che, alla fine, “noi siamo tutto quello che ci serve”. O meglio, questi ragazzi con il loro entusiasmo e le loro capacità sono tutto quello che ci serve.

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab