Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cronaca

Droga, assembramento e pure il Dom Perignon sdoganato illegalmente: 2 italiani fermati per il party abusivo a Locarno

Alcol, consumo e spaccio di stupefacenti, violazione delle norme anti covid, assembramento e importazione illegale di Dom Perignon a carico di un italiano.

Una notte di festa totalmente illegale alle scuole medie di Locarno, in svizzera. Protagoniste sette persone tra cui due italiani: 53 e 23 anni.

Così la Polizia cantonale fa sapere che sono state individuate, fermate, interrogate e in seguito denunciate sette persone.

Si tratta di un 40enne e una 40enne cittadini svizzeri domiciliati nel Locarnese, un 53enne e una 29enne cittadini svizzeri domiciliati nel Bellinzonese, un 55enne, un 23enne e una 20enne cittadini italiani residenti in Italia.

L’ipotesi di reato nei confronti di tutti i fermati è di contravvenzione all’Ordinanza sui provvedimenti per combattere il coronavirus. Il 40enne, il 55enne, il 23enne e la 20enne devono pure rispondere di contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti. A carico del 23enne vi è inoltre l’addebito di infrazione alla Legge federale sugli stupefacenti. Il 40enne dovrà infine rispondere anche di guida in stato di ebbrezza.

Come detto nei confronti del 55enne cittadino italiano l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) ha rilevato una serie di infrazioni che sono state sanzionate con una multa. Ha varcato il confine importando senza dichiarare bottiglie di Dom Perignon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo