Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Punti di vista

Como, lo sfogo di Patrizia Lissi: “Contro i no vax dovevamo scendere in piazza, urlare contro lo sfacelo”

Tutta Italia, incredibilmente, registra di continuo offese quando non aggressioni fisiche al personale sanitario impegnato nella lotta contro il Covid. Una cosa vergognosa.

E oggi, da Como, arriva una condanna durissima da parte di chi quello stesso lavoro lo conosce da vicino, ne ha fatto una ragione di vita con passione e abnegazione. Si tratta della consigliera comunale del Pd, Patrizia Lissi, che è anche infermiera all’ospedale Sant’Anna e che ha deciso di sfogarsi contro i deliri no-vax, rammaricandosi apertamente del fatto che non vi sia stato un movimento di piazza per arginare le farneticazioni.

Di seguito, il testo integrale pubblicato su facebook da Patrizia Lissi.

Dopo aver letto di nuovi episodi di violenza contro i sanitari, penso che noi, operatori sanitari, in questi due anni siamo stati troppo silenziosi e deboli. Noi dovevamo scendere in piazza contro i no vax. Noi dovevamo urlare contro lo sfacelo che si sta compiendo.

Lavorare, curare i no vax è veramente molto dura. Sentire le loro frasi, le loro motivazioni è intollerabile.

Non è scontato che un Paese ti curi gratuitamente nonostante si facciano scelte fondamentalmente di puro egoismo (non so quanto ancora possa resistere questo SSN). Non importa se nei Pronto soccorso ci sono persone con altre patologie che aspettano il posto letto da giorni o se le liste d’ attesa sono diventate lunghissime (ricordo che regione Lombardia negli ultimi anni ha cancellato 22.000 posti letto).

A tutti quelli che hanno strumentalizzato, aumentando la confusione, pur legittima, che potevano avere le persone davanti ad una pandemia, agli pseudo intellettuali, a chi “no il green pass”, a chi “mia figlia non la vaccinerò mai”, a chi ha detto “sono free vax”, a chi va in televisione e riesce a dire delle porcherie in merito come se fossero tutti scienziati, a chi ha incentivato l’ignoranza, a chi dice “non sono d’ accordo sull’ obbligo vaccinale”, a chi ha detto “c’ è uno studio scientifico che dice di prendere le vitamine per curare il covid”, a chi parla perché deve aprire la bocca indipendentemente da quello che dice…a tutti questi auguro tante notti insonni.

Mascherine ffp2, distanziamento e igienizzazione.

7 Commenti

  1. Molto chiaro e forte. Sono d’accordo con te, il 98% dei non vax sono cazzari e per questo siamo tutti danneggiati in questa sfortunata situazione causata dai laboratori killer.

  2. Sono d’accordo, secondo me spesso è così: milioni di persone si comportano responsabilmente, nel rispetto delle regole e del prossimo senza fare rumore…. mentre uno zoccolo duro di ignoranti e incivili urla e fa sfoggio del proprio basso livello!! Comunque non confondiamo la civiltà con la debolezza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo