Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Orgoglio&Quartiere: commercianti, tassisti e Comune uniti per la città e il Natale

Si è rivelato un successo il bando multimisura del distretto urbano del commercio che ha visto la partecipazione di 85 attività commerciali e un investimento di circa 147 mila euro.

Il bando è stato progettato per valorizzare la città con le sue attività commerciali e ha visto la partecipazione delle associazioni di categoria e delle imprese per realizzare quanto stabilito dal comitato di governo del DUC (distretto urbano del commercio).

I fondi a disposizione sono stati suddivisi in cinque misure che miravano a diversi obiettivi. La misura 1 è stata suddivisa in tre sottogruppi che miravano alla promozione di commercio, ristorazione, turismo, commercio di vicinato e fiera agroalimentare locale.

La misura 2 si rivolgeva alla formazione in digital marketing e accoglienza clienti mentre la Misura 3 puntava alla sicurezza e al miglioramento degli standard per i punti vendita.

Sono 85 le attività commerciali che beneficeranno di un finanziamento, di cui 71 per la misura riservata ai progetti di via e 14 per la misura riservata al riammodernamento dei negozi.

I progetti di via, che hanno visto con diverse modalità formarsi dei nuovi aggregati tra le attività commerciali del DUC, sono stati pensati per valorizzare diverse aree della città e copriranno tutto il mese di dicembre.

“Ringrazio i negozi e i sette comitati di via – ha detto Marco Butti, assessore al Commercio – che hanno provato questa avventura con progetti che offrono ulteriori attività ai cittadini e turisti. I progetti presentati offrono un valore aggiunto e spiccano per qualità ed efficacia ed è per questo che riproporremo il bando anche l’anno prossimo”.

I progetti si distribuiranno in diverse zone della città (QUI SOTTO, LA GALLERY: CHI SONO I COMMERCIANTI).

Borgo Vico Vecchia valorizzerà il suo artigianato attraverso un percorso che richiamerà “I viaggi di Gulliver” di Swift attraverso l’arte di Libico Manara che verrà proiettata sui palazzi. I negozi esporranno una locandina rappresentativa del viaggio del celebre eroe.

Piazza Cavour riqualificherà la ex biglietteria della Navigazione con piattaforme che guideranno il visitatore in un percorso illustrato della città. Sempre in zona piazza, i negozianti distribuiranno cartoline autografate dell’artista Fabrizio Musa.

Un flash mob del corpo di ballo di Roberto Bolle avvolgerà piazza Volta il 7 dicembre mentre il 15 l’area sarà giocosamente invasa da trampolieri e Babbo Natale. Sempre piazza Volta, il 22 dicembre, vedrà l’esibizione swing di Marching Band.

Un bosco incantato illuminerà via Garibaldi con artisti di strada e numerosi laboratori creativi mentre i negozianti distribuiranno un coupon sconto.

Babbo Natale sarà presente  in via Giulini che offrirà, anche, laboratori creativi, un concerto gospel, mercatini artigianali e un grande albero di Natale pieno di luci.

Di carattere enogastronomico l’offerta della zona Piazza Duomo e Piazza Verdi: nelle vetrine dei negozi aderenti verrà illustrato il racconto di un prodotto del territorio che si potrà ritrovare anche all’interno, mentre nell’iglou di piazza Verdi sarà possibile assistere a concerti di musica tradizionale dal vivo con la possibilità di gustare l’aperitivo a chilometro zero preparato anche con i prodotti esposti.

Infine via Porta si trasformerà in una Galleria floreale con archi vegetali e illuminati.

Della 5 misure previste, la 2 non ha ottenuto richieste di contributi da parte delle categorie a cui era destinata non consentendo alcuna forma di incentivo per un totale di 10mila euro. Per poter reinvestire il contributo, l’assessorato al Commercio ha promosso un tavolo di confronto con le associazioni di categoria in rappresentanza dei due radiotaxi che operano nella città di Como: Lario 2000 e Radio taxi.
Dal tavolo di confronto è emerso il progetto “Taxi 4 shop”.

“Lo scopo del progetto – sottolinea Marco Fumagalli, manager del distretto urbano del commercio – è quello di incentivare gli acquisti e, allo stesso tempo, decongestionare la città. I visitatori potranno parcheggiare in zone più lontane dal centro e, dopo aver effettuato un acquisto in un negozio convenzionato, ottenere un coupon per un viaggio in taxi verso il parcheggio”.

“Taxi 4 Shop”. Avrà durata dall’1 al 24 dicembre, tutti i giorni dalle 10 alle 20.30 con l’obiettivo di agevolare i clienti che si sono recati in convalle per lo shopping natalizio facilitandone il rientro in un autosilo di cintura oppure in albergo, se si tratta di turisti.

Il coupon permetterà ai clienti di usufruire, dopo l’acquisto, di un taxi a tariffa agevolata o gratis nel caso dei turisti in albergo.

Sarà possibile aderire attraverso un bando che individuerà fino a 20 microimprese del commercio, artigianato ad esclusione delle attività di ristorazione e del turismo.

La richiesta di contributo dovrà essere trasmessa in busta chiusa e in formato cartaceo entro il 27 novembre alle ore 13 all’ufficio protocollo del Comune indicando sulla busta la dicitura: “Bando multimisura c/a settore commercio – richiesta di contributo“smart shopping”.

Le attività che aderiranno all’iniziativa potranno distribuire ai clienti due tipi di coupon: a tariffa agevolata o corsa gratuita.

Le stazioni di partenza dei taxi saranno in piazza Perretta e in piazza Matteotti. Il cliente potrà presentarsi ed esibire al taxista il coupon per raggiungere le destinazioni previste: con la tariffa agevolata di 10 euro si può raggiungere un luogo sulle direttrici di Tavernola e Valmulini con capolinea ai rispettivi autosili e a tariffa agevolata di 8 euro le direttrici per Villa Olmo (parcheggio del Pulesin), Castlenuovo, Ippocastano, San Martino.

Ogni taxi e attività commerciale aderenti all’iniziativa apporranno una vetrofania che consentirà al cliente di individuare l’offerta.

6 Commenti

  1. Beh, “demenziale” Sig. Giorgio mi sembra esagerato o meglio, fuori luogo.
    Lei non ha mai trascinato verso la sua auto parcheggiata all’autosilo del S. Anna un po’ di pacchi ed un alberello di Natale? Magari sopra ad un bus stracolmo? Io penso di no,perché probabilmente lei acquista dalle piattaforme che consegnano direttamente facendo circolare furgoni in modo vorticoso… probabilmente questi non inquinano…

    1. Sig. Minatta: su non se la prenda, sarà mica un tassista?

      Provare a ridurre il traffico sostituendo un’auto privata con un’altra auto (taxi), davvero lo ritiene un modo intelligente?
      Faccio acquisti in modi diversi, ma senza mai chiederei al Comune di usare soldi pubblici.

      Ripeto, se si vuole investire per ridurre il traffico (cosa doveroso e meritevole), lo si faccia sulle corse di bus e treni che già viaggiano.

  2. Demenziale la proposta dei taxi: come buttare soldi destinandoli ai soliti.

    Per disincentivare l’uso della macchina, te la faccio posteggiare lontano e ti dò un buono per usare un taxi, che poi sarebbe sempre comunque una macchina in più che arriva in centro città?
    Sembra uno scherzo..

    Quale sarebbe il valore aggiunto di fare arrivare la gente in centro in taxi invece che con la macchina privata?
    Piuttosto regalategli il biglietto per i mezzi pubblici, che viaggiano comunque e costano meno

  3. Gentili Sig. Ettore e Rossi,
    ho avuto l’opportunità di partecipare a tutte le riunioni del distretto con tutti i referenti delle categorie economiche.
    Non ho riscontrato valutazioni affrettate, ma tutte ragionate, onde addivenire ad un valore condiviso come lo vediamo esplicitato dai giornali On Line e cartacei.
    Sul sito del Comune potrete leggere le misure, come sono state istruite ed elaborate affinché nessuno potesse mancare all’appello.
    Purtroppo, come spesso avviene, e come è avvenuto,
    non tutti sono riusciti ad aggregare il numero sufficiente per partecipare.
    Per quanto riguarda i taxi, ho potuto appurare che le categorie erano rappresentate dai loro esponenti, trovando condivisione anche in questa buona iniziativa.

  4. Ho chiesto in giro ed i tassisti non sembrano molto entusiasti dell’operazione, vedremo in quanti aderiranno………

  5. Diciamo che sono incentivati sempre i soliti negozi in zona centrale o sbaglio ??
    Non vedo in elenco per esempio via Milano tutta !!!!, via Cadorna, viale Lecco , piazza Camerlata , via Italia Libera, via Mentana, e via Anzani l’avete omessa ????
    COMOmai ???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab