RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

E’ fatta, i treni Italia-Svizzera ripartono. Braga: “Riavvio domani, entro fine settimana servizio regolare”

AGGIORNAMENTO – 19.12

“Confermati i collegamenti ferroviari tra Italia e Svizzera: è l’esito del colloquio di oggi tra la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, e la sua omologa e presidente di turno della Confederazione elvetica, Simonetta Sommaruga”.

Lo ha fatto sapere, dopo un giorno di polemiche e tensione altissima, la deputata comasca Dem, Chiara Braga a seguito dell’anticipazione (vedi sotto) del collega al senato, Alessandro Alfieri.

Solo ieri raccontavamo di come l’ultimo Dpcm obbligasse il servizio a uno stop:

Stop ai treni Italia-Svizzera (Tilo compreso) dal 10 dicembre: lo impone il Dpcm

“Nel corso della telefonata c’è stata ampia convergenza sulla necessità di assicurare la continuità del trasporto passeggeri tra i due Paesi”.

E della telefonata aveva parlato già Alfieri. Ma c’è una novità: “Al colloquio – dice Braga – è seguita una riunione tecnica in videoconferenza, alla quale hanno partecipato, oltre al MIT, i rappresentanti del Ministero dell’Interno, delle società ferroviarie italiane ed elvetiche. Durante la riunione sono state approfondite e individuate le soluzioni organizzative per assicurare il rispetto delle misure anti-covid e la continuità del servizio di trasporto che nei prossimi giorni tornerà gradualmente alla normalità. Le modalità operative verranno definite attraverso un decreto interministeriale”.

Dunque, garantisce la deputata: “Le ferrovie elvetiche riprogrammeranno il servizio regionale che tornerà regolare entro il fine settimana, con 171 collegamenti tra Canton Ticino e Lombardia, effettuati dalla società TILO (società partecipata al 50% Trenord-FFS). In particolare: verso Como-Milano da domani (10 dicembre, Ndr) i pendolari frontalieri potranno cambiare treno nella stazione di Chiasso, dove si attestano le corse italiane e svizzere; verso Varese, invece, si dovrà attendere la riattivazione del servizio da parte delle ferrovie elvetiche“.

18.31

Potrebbe essere vicino l’accordo tra Italia e Svizzera per evitare il blocco dei collegamenti ferroviari transfrontalieri Tilo deciso da Ferrovie Svizzere e Ferrovie Italiane.

Stop ai treni Italia-Svizzera (Tilo compreso) dal 10 dicembre: lo impone il Dpcm

A sbloccare in gran parte la soluzione, una telefonata tra la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga e il ministro dei Trasporti italiano Paola De Micheli, in cui sarebbero state definite le misure che permetteranno di non interrompere il servizio ferroviario.

Lo strumento dovrebbe essere un decreto interministeriale tra i ministeri della Salute, delle Infrastrutture e dell’Interno per garantire i treni Italia-Svizzera almeno per i frontalieri e per chi si sposta per lavoro.

A quel punto, ha fatto sapere il parlamentare Pd Alessandro Alfieri, ai frontalieri basterebbe esibire il permesso G, mentre i lavoratori autonomi dovranno dotarsi di autocertificazione.

Per chi invece dovesse spostarsi per altri motivi in treno attraverso la frontiera servirà l’esito di un tampone negativo.

Ora la partita si gioca sul tempo, visto che il blocco dei collegamenti ferroviari Italia-Svizzera dovrebbe scattare già domani, giovedì 10 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo