Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Punti di vista

La lettera da Cernobbio: “Va bene la panchina gigante, ma se è in mezzo al degrado che senso ha?”

Una nostra lettrice – della quale pubblichiamo soltanto il nome, senza cognome, su esplicita richiesta – ha scritto alla redazione per segnalare la delusione dopo un giro nella zona dell’imbarcadero di Cernobbio e della nuova panchina gigante collocata nell’ambito di Orticolario in zona.

La pubblichiamo di seguito.

Buongiorno redazione,

mi rivolgo a voi per segnalare un contrasto evidente che ho constatato personalmente sulla riva di Cernobbio, nella zona panoramica dell’Imbarcadero.

Come quasi ogni mattina, sono andata a camminare in quella zona e con due mie amiche siamo arrivati fino alla famosa sedia gigante davanti al lago. Un arredo, se possiamo dire così, simpatico ma che alla fine ci siamo trovate d’accordo a definire comunque opinabile. Ma non è questo il punto.

Più che altro è il piccolo ma diffuso degrado attorno a quell’area che ci ha lasciate di stucco a partire dalle panchine molto rovinate e poco ospitali.

La ringhiera ad esempio è per gran parte scrostata e arrugginita e davvero non è un piacere appoggiarsi.

 

I vasi di fiori sono…senza fiori, piuttosto confusi, in qualche caso vagamente rinsecchiti e certamente non catturano l’occhio.

Accanto ai cestini – ma qui è anche l’inciviltà delle persone – cumuli di mozziconi di sigarette per terra.

La pavimentazione ha più di qualche insidia seminascosta.

Altri piccole cose ci sarebbero e per carità nessuno vuole gridare allo scandalo: però fa specie che nel punto forse più panoramico, ora dotato anche di una maxi panchina sul lago proprio per valorizzare quell’angolo, il contesto davvero non risulti all’altezza.

Grazie per l’attenzione,
con cordialità,

Susanna.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo