Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

VIDEO Ecco come sarà il nuovo porto di Sant’Agostino: i lavori di Csu

Presentazione in diretta video, questa mattina, della consegna del cantiere per i lavori di ammodernamento del porto di Sant’Agostino.

Il progetto, del valore di 375.000 euro, prevede l’installazione di un pontile galleggiante vincolato al molo esistente che seguirà l’escursione del lago.

L’intervento dovrebbe durare due mesi e precedentemente sono state dragate circa 600 tonnellate di detriti dall’imboccatura dove il torrente Valduce scarica, ai quali si aggiungono quelli trasportati dal movimento dei battelli.

A illustrare le fasi dei lavori il presidente di Csu, Renato Acquistapace, e il direttore Angelo Pozzoni (qui sotto).

Verranno tolte le scalette di accesso collocate sulle mura.

“Andando indietro nel tempo immaginiamo le lavandaie su queste scale, oggi sono passati anni e questo molo ha cambiato connotazione – ha spiegato il presidente di Csu, Renato Acquistapace – I lavori di restyling riguardano solo i posti barca adiacenti alle mura del porto, le scalette sulle mura che venivano usate dai proprietari delle barche verranno tolte. Verrà infatti collocato un pontile che seguirà le mura del molo. Importante sottolineare che la passeggiata lungo le mura sarà ancora accessibile così come rimarrà la scalinata”.

Verranno lasciati gli anelli lungo le mura ma tolte le scalette.

Acquistapace ha sottolineato “che non ci saranno problemi di viabilità in questo tratto, nonostante si sovrappongano i due cantieri del porto e delle paratie. L’unica cosa diversa sarà il passaggio dei pedoni, bloccato dal lato lago per il cantiere”.

Il restyling porterà alla fine a una marina chiusa. La riqualificazione comporterà la riduzione di 12 posti in acqua rispetto agli attuali, per un totale di 37 ormeggi disponibili a fine lavori oltre a quelli sulle gradinate. L’accesso al pontile galleggiante sarà consentito solo ai titolari dei posti barca attraverso un cancelletto pedonale con apertura tramite badge.

L’ormeggio delle imbarcazioni avverrà attraverso minifinger utili anche per suddividere i posti barca. Il porto verrà inoltre dotato di colonnine erogatrici di acqua ed energia elettrica con prese adatte anche per la ricarica di imbarcazioni a motore elettrico.

e

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab