Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Sanità

La Waterloo dei vaccini in Lombardia nel caso Menaggio: “Rinviate le sedute, Ats non li ha consegnati”

Che sui vaccini antinfluenzali in Lombardia si stia consumando un disastro, ormai, è fatto sostanzialmente assodato e confermato in primis dai medici di base.

Elena Castelli, voce di 60 medici comaschi: “Burocrazia, caos, mancanza di vaccini. Ci sentiamo abbandonati”

Ma se proprio qualcuno avesse ancora dei dubbi sulla carenza drammatica che si registra in tutta la regione, da Menaggio arriva una conferma eclatante.

A metterla nero su bianco è il sindaco del comune centrolariano, Michele Spaggiari, che nella consueta comunicazione quotidiana sul bilancio Covid (a oggi 46 soggetti positivi e 58 guariti) ha dovuto dare un’altra informazione. Sui vaccini, appunto.

Spata e i medici lombardi: “Regione impegnata in difese mediatiche, sui vaccini intollerabili ritardi”

“Il dottor Capone e il dottor Zambardi – riferisce ufficialmente Spaggiari – comunicano che le sedute vaccinali programmate per sabato 28 novembre (dottor Capone) e martedì 2 dicembre (dotto Zambardi) sono rinviate a data da destinarsi causa mancata consegna dei vaccini da parte di Ats. Seguiranno comunicazioni”.

Un caso clamoroso – uno dei tanti, a dire il vero – sul fatto che la gestione dei vaccini antinfluenzali in Lombardia sia ormai una Waterloo conclamata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab